LIFE AND STYLE

LIFE AND STYLE (50)

Bionde contro more

Uno studio, condotto dai ricercatori della City University, ha dimostrato che gli uomini, prima grandi estimatori delle bionde, ora preferirebbero le more. L'indagine  sul colore dei capelli e sull’intensità dell’attrazione ha dimostrato che il 51% degli uomini ritengono che le brune siano molto più attraenti. I ricercatori hanno mostrato ad un gruppo di 1500 uomini, tre immagini riguardanti la stessa donna con diverso colore di capelli: biondo, castano e rosso, ed è stato poi chiesto di esprimere le loro impressioni sulla personalità della donna a seconda del colore di capelli. L’esito del sondaggio ha dato come risultato che: l'81% descrive le brune come intelligenti,mentre il 67% le vede come donne indipendenti. Le bionde invece per il 40% degli uomini sono bisognose e prive di indipendenza. Il 63% ha detto però che sono più amichevoli e affabili, mentre il 59% ritiene siano estroverse. Per quanto riguarda le rosse invece il 79% le ritiene  intelligenti, anche se il 49% degli intervistati pensa siano nevrotiche, e il 64% le reputa anche capricciose ma allo stesso tempo molto focose. Insomma gli uomini quale tipo di donna amano? Quanto influisce  il colore dei capelli di una donna sulla sua personalità? Tutti ricordiamo il detto che gli uomini preferiscono le bionde.

Leggi tutto...

Dove l'hai comprato? All' outlet!

Milano e’ la capitale dello shopping italiano. Sono moltissimi i negozi presenti nel capoluogo lombardo, che ogni giorno attirano moltissimi fashion addicted e fashionisti, alla ricerca dei migliori capi di abbigliamento e degli accessori delle griffe più prestigiose. Milano ospita anche molti punti vendita di marchi di moda low cost e anche tantissimi outlet, dove acquistare, ad un prezzo molto più conveniente, le collezioni di moda dei migliori fashion brand.  L’outlet e’ diventato uno dei punti di riferimento per tutte le donne e tutti gli uomini che vogliono riempire il proprio guardaroba con capi griffati, senza pero’ spendere una fortuna.
In tutta Italia sono nati, e continuano a nascere, outlet giganteschi, che si propongono come dei veri e propri centri commerciali o villaggi della convenienza, per acquistare i migliori capi di moda a prezzi con sconti che arrivano anche al 70%. Sconti che poi aumentano nel periodo dei saldi, quindi si tratta di sconti al quadrato!
Attenzione però a non farvi abbindolare! Gli sconti negli outlet sono giustificati dal fatto che i capi di abbigliamenti e gli accessori venduti sono spesso delle collezioni precedenti oppure vengono privati dell'etichetta.

Leggi tutto...

Penne al pesto alla siciliana

Togliete la parte centrale dei pomodori e tagliateli a metà poi rimuovete la parte interna bianca, schiacciateli eliminando i semi. Mettete nel robot da cucina i pomodori, aggiungete le noci e l'aglio poi fate tritare alla massima velocità per circa 30-40 secondi. Insaporite con un po' di sale e pepe la ricotta e metà del parmigiano, frullate per amalgamare gli ingredienti. Aggiungete il basilico, richiudete il robot da cucina e continuate a frullare. Con il mixer in funzione aggiungete un'abbondante quantità di olio a filo, poi aggiungete l'altra metà del parmigiano, un pizzico di sale e frullate fino a quando il composto sarà ben amalgamato. A questo punto il pesto è pronto trasferitelo in una ciotola. Ora buttate la pasta e quando sarà cotta spegnete il fuoco e mettete un mestolo di pesto in una ciotola capiente, scolate la pasta e mettetela dentro la ciotola. Aggiungete il pesto e girate bene la pasta. A questo punto servitela sul piatto da portata e decorate il piatto con una bella foglia di basilico.

Leggi tutto...

Il vaso Nascondino di Alessandro D’Angeli

La serie di vasi NASCONDINO, denota una nuova concezione di vaso come complemento di arredo per esterni: non più elemento scultoreo e statico, ma elemento che prevede interazione con il fruitore. Con la serie NASCONDINO si vuole accorpare all’elemento vaso-contenitore, un attributo propriamente ludico, inserendo il tutto in un contesto di riqualifica degli spazi aperti. E’ una serie modulare di tre vasi di diverse dimensioni, con riferimento, per quest’ultime, al percentili di bambini in un età compresa tra i 6 e i 10 anni. I vasi, infatti, assolvono la duplice funzione di contenitori di elementi vegetali e di copertura per il classico gioco del “Nascondino”. Inoltre, i segni grafici sulle facce dei tre vasi, hanno una triplice valenza: di elemento estetico caratterizzante; di numerazione e differenziazione della serie stessa; ed infine funzionale, come foro che dà l’opportunità di sbirciare senza essere visti.

Fonte: www.youngdesigner.it

Leggi tutto...

Bing d'accordo con Facebook

Bing, il motore di ricerca di Microsoft, si integrerà più strettamente con Facebook: estesa la partnership che legava già i due siti e che ora aggiungerà due nuove opzioni legate al social network. Invece di portare tutti i dati (in forma rigorosamente anonima) del social network a influenzare i risultati di una ricerca come si era ipotizzato a settembre, l'accordo prevede due nuove funzionalità: la ricerca profili Facebook e i risultati "Mi Piace" del social network. La prima permette di restringere la ricerca di una persona alla propria rete sociale, aumentando così i dati a disposizione dell'utente per individuare la persona che sta cercando. Il tutto con limitazione a quei profili che hanno reso pubblica la propria rete di contatti e solo agli utenti maggiori di 18 anni.

Leggi tutto...

Diventare famosi senza bisogno di Lele Mora!

Quanti di voi sognano di poter diventare famosi, di poter far strada nel campo della musica o della danza, insomma di inventarsi qualsiasi cosa per non stare otto ore ad una scrivania?Giovani sognatori, ma anche adulti, che intrattenuti dalla TV di oggi seguono programmi televisivi che “portano alla celebrità“. Negli ultimi anni, si è sviluppato il concept di “Weblerity“, un appellativo che tiene quasi testa al vecchio “Celebrity“.Attenzione non è uno dei soliti network per i video come YouTube o MegaVideo. Riprendendo la profezia di Andy Warhol “Nel futuro ognuno sarà famoso nel mondo per 15 minuti” del lontano 1968, è stata lanciata la prima versione di 15toFame, un sito che permette agli utenti di essere famosi nel mondo per 15 minuti. In pratica consente agli utenti di avere un video visualizzato ininterrottamente per 15 minuti giocandosi così la propria chance di essere famosi. Su 15tofame è possibile caricare un solo video a persona e condividerlo sui principali Social Networks come Facebook, Twitter e molti altri, creando così un effetto “virale” di visualizzazioni per un tempo di 15 minuti. Gli utenti, possono anche applaudire i loro aspiranti famosi preferiti, consentendo così, all’autore del video, di scalare la vetta della Top 100. Se questo non bastasse, ci sono altri modi per diventare famosi. Un altro sito, che sfrutta sempre il concetto di massima velocità, perchè una futura star ovviamente non può aspettare, si chiama "Fake Magazine Cover".

Leggi tutto...

Eterna giovinezza con la pillow face

I volti celebri seguono una nuova tendenza, quella del  pillow face. Completamente out  il “vecchio” viso stirato, praticamente pietrificato dal lifting, questo si faceva negli anni o nei mesi scorsi. Il look più alla moda, quest'anno, prevede la pillow face, cioè una faccia a cuscinetti che presenta zigomi prominenti, l'area sotto gli occhi liscia e piatta ed una fronte, non solo liscia per le iniezioni di botulino, ma anche curva e imbottita. I volti di Madonna, Nicole Kidman e Kylie Minogue, sembrano essere stati sottoposti a questa pratica e persino la first lady francese, Carla Bruni, sembra non essere immune dal fascino di questo elisir di giovinezza. Sebbene molte celebrità amino vantarsi di riuscire a mantenersi in forma bevendo tanta acqua e praticando sedute modaiole di yoga, non c'è dubbio che facciano ricorso a trattamenti non chirurgici, in particolare ai filler artificiali che permettono di ottenere un viso paffuto e liscio.
I vecchi lifting erano basati sull'idea che la pelle che cede invecchia il viso, così i chirurghi tiravano l'epidermide per regalare un aspetto più giovane alle pazienti. Ma un altro aspetto importante dell'invecchiamento è la perdita di volume e pienezza sotto la pelle. 
In uno studio del 2007 un chirurgo plastico americano rivelò che con l'età perdiamo grasso vitale sul viso. Prima sparisce quello intorno agli occhi, poi quello sugli zigomi, quindi intorno alla bocca e sotto le linee naso-bocca e, infine, sulla fronte e sui lati del viso.

Leggi tutto...

L'amore ai tempi di Facebook

Facebook crea dipendenza. Come il fumo. Come la droga. Come il cioccolato. Inizi e non smetti più. Disintossicarsi è impossibile quanto starnutire con gli occhi aperti. Se poi hai una relazione sentimentale, Facebook è la quintessenza del male, della tragedia, della distruzione, ma anche del patetico al limite del picco glicemico. Gente con una storia finita tra le mani non rassegnata perché lui o lei ancora “non ha tolto la mia amicizia da Facebook”.E quindi via agli status strappalacrime corredati da faccine tristi, nella speranza che lei o lui si renda conto del terribile errore. Come se il fatto di avere o meno l’altra  metà tra i contatti, fosse prova che la storia nutra ancora qualche speranza. 
Non significa nulla che nella realtà ti abbia mollato per telefono o spiaccicato la fine davanti agli occhi, che abbia fatto fagotto di tutte le sue cose andandosene, che non abbia più risposto al cellulare e non ti abbia più cercato. Se apri quella “maledetta finestra” di Facebook e lei o lui sono ancora lì, online, la mano sul mouse trema, e si finisce su “quel” profilo, su “quella” bacheca.

Leggi tutto...

Must Have autunno inverno 2010-2011

Le fashion victims sono già a caccia delle cose invernali da possedere assolutamente, quelle che poi saranno sempre presenti per tutta la stagione. Grazie alle anteprime delle sfilate e alle prime vetrine con le nuove collezioni, qualche idea ce la siamo già fatta.  Poche cose ma fondamentali per essere alla moda in qualsiasi situazione. Non serve prendere grandi firme, ma basta cogliere i suggerimenti e affinare l'occhio, vestiti, accessori “famosi” e costosi, possono essere alla portata di tutti in questa maniera. Se parliamo di tessuti, il velluto è il padrone, tantissimi pantaloni: aderenti ed elasticizzati,  a costine sottili. Questo tessuto pratico è adatto a tutti i giorni se a coste più o meno sottili oppure diventa molto elegante per la sera se è liscio. Due in uno! 
Per quanto riguarda la maglieria, maglioni oversize in lana grossa, morbidi, caldi che cadono sino a metà coscia mentre si usa lana sottile anche per i vestiti e in sovrapposizione, abito senza maniche abbinato ad un  pull lungo. Quindi un bel maglione con maniche morbide assolutamente da avere in color cammello o in bordeaux e bianco sono i must dei must.

Leggi tutto...

Emo, una moda rischiosa o una via di fuga?

Il ciuffo stirato di sbieco a coprire un occhio, jeans strettissimi su gambe come giunchi, il tutto condito da accessori borchiati o a strisce colorate. Vaghe reminescenze di punk, qualche cresta che rispunta, assieme all’occhio bistrato, anche e soprattutto per i ragazzi. Si fanno chiamare “emo”, che richiama il concetto di emozione, e hanno in genere tra i 14 e i 19 anni. Si fa presto a bollare tutto come moda adolescenziale, ma sotto alle t-shirt dal sapore gotico e delle Converse ai piedi si nasconde un mondo intero, una sorta di “filosofia di vita” che ha contagiato molti ragazzi. Non solo un modo di vestire, ma soprattutto un  modo di pensare ed agire, che a volte fa un po’ paura, specie a chi, come i genitori, li osserva dall’esterno e non riesce a capire. Capire da dove nasce tutta questa tristezza, questa disperazione. Se emo significa emozione, i ragazzi emo non fanno mistero di quello che provano, anche se questo significa piangere davanti agli amici o baciare persone dello stesso sesso, e magari essere emarginati proprio da quel gruppo che si riteneva amico. Addirittura arrivare a farsi del male, tagliarsi sulle braccia o sulle gambe con le lamette da rasoio. Una richiesta di aiuto, la manifestazione di un disagio insostenibile, un modo “strano” e “malsano”di far uscire qualcosa da dentro se stessi, che però purtroppo rischia di essere trascinata nel gorgo della “moda” e della tendenza.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS
Back to top