La Prima Pagina compie due anni

Due anni di informazione. Due anni di notizie. Oggi La Prima Pagina festeggia un traguardo importante: entra nel terzo anno di pubblicazioni. Nato nel novembre 2009 il giornale è nel terzo anno solare e a gennaio 2012 entrerà nel quarto. Un risultato che condividiamo con tutti coloro che hanno contribuito e contribuiscono a questo progetto editoriale digitale. nato nel novembre 2009 online, “appoggiato” sul dominio laprimapagina.it.
Quotidiano nazionale sul web, la testata si propone di porre ne la prima pagina i fatti ed i personaggi del territorio, rappresentando la voce delle autonomie locali e delle comunità italiane nel mondo.
Il giornale è un vero e proprio portale multimediale di servizio che racchiude in sé tutte le espressioni del territorio, dagli enti ai privati, dalle istituzioni scolastiche a quelle militari e religiose, associazioni ed aziende.
Laprimapagina.it è una testata giornalistica accreditata presso tutti gli UfficiStampa dei comuni italiani capoluogo di Provincia, relative Province e Regioni e vanta corrispondenti dislocati su tutto il territorio nazionale e fuori Italia.
Il giornale è Iscritto al Registro Stampa del Tribunale di Vibo Valentia sin dal novembre 2009. E dal settembre 2011 è presente nel Registro Operatori dellaComunicazione meglio conosciuto come Roc.
Internet in Italia è il principale mezzo di comunicazione di massa, proprio comenei più grandi paesi del Mondo. È diventato uno strumento indispensabile per gran parte della popolazione e presenta un livello di diffusione ben distribuito tra i generi, le classi d’età e le aree geografiche. Dal punto di vista del business. Tramite Internet è possibile indirizzare la propria comunicazione ad un target specifico senza doversi rivolgere ad una massa indistinta di persone. A parità di caratteristiche e quantità di persone raggiunte dal messaggio, il giornale online vanta una resa più consistente. E’ da questo presupposto che è nata La Prima Pagina, con il primo slogan: “Protagonista tu” e come colore base il verde poi diventato nel 2010 giallo in concomitanza del nuovo motto “giallo informazione” legato anche alla nascita del supplemento cartaceo Avvenire Vento del Sud, una pubblicazione solo per gli abbonati, che rispecchia le notizie più interessanti dei territori eccezion fatta per la cronaca.
Dal 2011 il nuovo messaggio che accompagna il giornale è “l’Italia nel Mondo”. Ogni giorno laprimapagina.it racconta le autonomie locali e le comunità degli italiani all’estero. Nutrito, infatti, il seguito di lettori fra i connazionali nel Mondo, in particolare dal Nord America e dal centro Europa, soprattutto in Canada, Stati Uniti e Svizzera.
Il quotidiano è nato e continua a crescere nell’ambito nazionale “irradiando”, dal novembre 2009, in rete i territori, lo fa con schiettezza e senza schieramenti, rappresentando il bello ed il brutto della autonomie locali in un’ottica nazionale e non solo. Apprezzato tra gli italiani nel nostro Paese come quelli all’estero.
Numeri sempre crescenti caratterizzano il giornale online Laprimapagina.it: oltre 6 milioni di visualizzazioni annue; una media di oltre 15 mila giornaliere; una media di oltre mezzo milione mensili; una copertura del territorio nazionale totale. Su 8094 Comuni Italiani in 8094 (a settembre 2011) almeno un abitante utente ha letto Laprimapagina.it.
Nella classifica Shynistat (certificata Audiweb) giornalmente, per numero di visite, rientra nei primi 120 portali della categoria: Servizi / Informazione.
Ma Laprimapagina.it non è solo un quotidiano online ed una rivista, bensì un multimedia completo con un proprio canale video ed audio su youtube che nel tempo è destinato a trasformarsi in una vera e propria web radio tv.
Laprimapagina.it è anche agenzia giornalistica La Prima Pagina, inizialmente conosciuta come App Network ed oggi accreditata nella versione “più italiana” La Prima Pagina Notizie abbreviata in PPN.
Il giornale ha ricevuto e continua a ricevere riconoscimenti per il lavoro a servizio del territorio. Nel dicembre 2010 è stato premiato dal Comune di ViboValentia con una pergamena per lo sforzo comunicativo in occasione della Settimana Egiziana che si è svolta nella città calabrese. Per volontà dell’Assessore comunale alla Comunicazione Nicolino La Gamba che, primo tra gli Enti, ha riconosciuto il lavoro svolto in favore della promozione del territorio calabrese. Un encomio particolarmente gradito dal momento che sia l’editore Terra et Legalitas, che il direttore responsabile Antonio Nesci ed editoriale Rosamaria Greco sono vibonesi.
E ancora nel 2011 a giugno è arrivato a sorpresa il Premio Calabria che lavora destinato alle eccellenze calabresi, conferito per la comunicazione presso il Sunshine Club Hotel di Capo Vaticano.
Ma Laprimapagina.it è un giornale presente al Nord come al Sud e al Centro in grandi. Il giornale ha seguito il Film Caravan Festival ad Imperia in Liguria come media partner così come giornale ufficiale Sotto le Stelle, concorso nazionale canoro a Martina Franca, giunto alla sua dodicesima edizione. A Roma ha seguito con propri inviati le serate de Divertimento Responsabile organizzate da Marco Siclari, delegato dal sindaco Gianni Alemanno per i rapporti della Capitale con le Università.
Riconoscimenti importanti anche in termini di imprese che sono al fianco del progetto editoriale, sempre più a livello nazionale ed internazionale. Storico il rapporto con la Pubbliemme. Consolidato con il Bingo, il Palace Hotel di Gioia Tauro, il Ristoragip, le Autoscuole Bagalà, Io Bimbo in Calabria, il Paradise a Gioia Tauro, l’Istituto di Bellezza Filippo. E ancora i nuovi Sicurpiana, Alessandria Dolciaria, Serfunghi Calabria di Luigi Calabretta, l’Azienda Agricola Carbone, il Supermercato Conad dei Fratelli Circosta. Senza nulla togliere ai tantissimi investitori e alle aziende nazionali ed internazionali che sono presenti con propri spazi. Ai tanti locali e teatri di Roma che ci hanno accolto per raccontare le loro storie.
Laprimapagina.it è apprezzato dai suoi lettori per la sua veste molto “popolare”, per l’opportunità che viene data a tutte le voci di esprimersi liberamente senza censura.

Ultima modifica ilGiovedì, 21 Marzo 2013 14:09
Back to top